Seleziona una pagina

Cos’è l’insonnia e come possiamo combatterla? Uno dei bisogni primari dell’uomo è rappresentato dal sonno: dormire è anche una delle pratiche più importanti della nostra quotidianità dalla quale ne dipendono molte altre. Pensiamo ad esempio alle ore che passiamo in ufficio e al lavoro in generale, come potremmo svolgere le nostre attività con attenzione e concentrazione se non dormissimo adeguatamente?

insonnia-blog
La quantità di ore è un fattore soggettivo soprattutto per gli adulti, considerando che alcune persone hanno bisogno di dormire fino a 10 ore ed ad altre invece ne bastano solo 4! Saltare qualche ora di sonno sporadicamente non crea grosse problematiche, ma cosa accade quando iniziamo a dormire sempre meno e a soffrire di insonnia in modo sempre più patologico?

 

Noi cerchiamo sempre di partire dalla tavola per trovare la soluzione nell’alimentazione che nell’insonnia assume un ruolo da non sottovalutare, sia come cura che come prevenzione.

L’insonnia in termini generali dipende da molti fattori sia di natura psichica che fisica; in termini specifici dall’assenza di alcune sostanze funzionali alla regolazione del ciclo sonno-veglia:
  • melatonina, sintetizzata dalla
  • serotonina, in gergo, l’ormone del buonumore a sua volta sintetizzata dal
  • triptofano, amminoacido essenziale

Ed è proprio attraverso l’assunzione di alimenti che contengono triptofano che possiamo aumentare la calma e l’aumento di sonno ed evitare di contare le pecore prima di riuscire ad addormentarci.

In linea generale consigliamo di assumere carboidrati durante la cena, raccomandiamo che siano puliti e senza esagerare con le quantità.

 

Nello specifico potrete seguire questa lista:
  • legumi: fagioli, lenticchie, piselli, ceci, fave
  • cereali: prediligete quelli integrali o farro, avena
  • frutta: banane, arance, uva, pesche e ciliegie
  • verdura a foglia larga: come la lattuga
  • frutta secca: mandorle, noci, nocciole, arachidi, anacardi
  • semi oleosi: semi di lino, semi di zucca, di papavero, di chia

Infine vi consigliamo di evitare alimenti che contengono sostanze eccitanti quali caffeina, teina e taurina, come ad esempio, caffè, thè nero, bevande gassate, cioccolato e di non esagerare con l’alcool.

Pin It on Pinterest