Seleziona una pagina

Menu calopeso DocFaber

E’ un programma alimentare proteico a basso contenuto calorico.
E’ povero in carboidrati e zuccheri in termini di frequenza settimanale. Si prevede il consumo di importanti quantità di proteine, acqua e fibre, tanta frutta e verdura, sia cotta che cruda.

depurazione

Depurazione

Calopeso
Calopeso
Dimagrimento
Dimagrimento
Equilibrio
Equilibrio

Quando seguirlo?

Quando si ci si vuole alleggerire fin da subito di peso corporeo, ben consapevoli del fatto che sarà in gran parte la ritenzione idrica che si andrà a perdere.
Utilizzabile come prima fase di un percorso dimagrante o subito successiva alla fase Depurazione per sbloccare il metabolismo e perdere i primi chili in eccesso.

Per quanto seguirlo?

Per un periodo limitato di tempo.
E’ consigliabile seguirlo per non più di 7-9 settimane consecutive. Può essere utile seguirne solo un paio di settimane ogni tanto dopo un periodo di “strappi” frequenti.
Deve essere obbligatoriamente seguito da un programma alimentare più ricco in calorie (soprattutto da carboidrati) e più equilibrato nei nutrienti.
Non è consigliabile a persone con patologie soprattutto a carico di reni e fegato. Chiedere sempre consiglio al proprio medico.

Come seguirlo?

  • Non è prevista rigidità nella quantità degli alimenti. Non si deve rimanere con la fame. Bisogna però mangiare con calma, masticando bene, seduti a tavola senza troppe distrazioni, iniziando il pasto con la verdura.
  • Nel caso di fame durante la giornata, mangiare un paio di fette di mela disidratata, del sedano, finocchio o una carota o una decina in tutto tra noci, nocciole e mandorle.
  • E’ consigliabile bere al mattino, prima di colazione, un bicchiere di acqua tiepida con limone spremuto.
  • Bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno, ben distribuiti nella giornata, anche fuori pasto.
  • Consigliato bere durante la giornata e la sera dopocena tisane a base di erbe depurative e digestive (tarassaco, finocchio, carciofo, genziana, zenzero, eccetera)

Consigli?

  • Nell’impossibilità di prepararsi il menù indicato, vale sempre la regola di privilegiare piatti semplici come una insalatona mista (evitando la lattuga) con uova o tonno o salmone o tofu o una fetta di carne cotta in padella con pochi grassi o pesce ai ferri con verdure cotte, oppure (quando previsto il carboidrato) un piatto di riso o pasta integrali con sughi di verdure o pomodoro, oppure un pasto rapido a base di yogurt e frutta fresca.
  • Come condimenti dei vostri piatti, preferire:

                   olio extravergine d’oliva o olio di semi di mais, girasole;
                   evitare gli oli di semi vari;
                   aceto di mele, limone, aglio, cipolla, peperoncino, curcuma, zafferano, zenzero, rosmarino e salvia.

 

  • Utilizzare una quantità di olio pari a 1-2 cucchiai da tavola per ogni pasto
  • Non utilizzare sale per condire o per salare l’acqua di cottura, ma insaporire con aceto, limone succo, spezie ed erbe aromatiche, un cucchiaino di senape in grani, qualche cucchiaio di yogurt magro, sugo di pomodoro, un paio di pomodorini secchi.
  • Al posto del sale utilizzare un pizzico di dado vegetale senza lievito e senza glutammato di sodio.
  • Può essere utile l’impiego di probiotici (fermenti lattici) e di un integratore a base di minerali alcalinizzanti oppure Aloe al 100% per facilitare l’eliminazione delle tossine “acide” dall’organismo.
registrati gratis

Prova docFaber App

L’algoritmo DocFaber, attraverso la valutazione del BMI, dati fisici e stile di vita, consente l’elaborazione di piani alimentari online e coaching per il raggiungimento dell’equilibrio ed il benessere alimentare.

Pin It on Pinterest