Seleziona una pagina

Pensiamo di conoscerle tutte e poi arriva un frutto a sostituire l’hamburger!

Oggi la società ci mette a disposizione una scelta sempre diversa nel vasto panorama culinario nostrano e internazionale. Ancor di più se parliamo della velocissima crescita dell’hamburger che è passato da protagonista incontrastato del fast food a piatto gourmet! E noi del team docFaber pensiamo che non dobbiamo necessariamente essere vegetariani o vegani per riuscire ad apprezzare l’innovazione nel campo culinario. Proprio per questo vi presentiamo il JACKFRUIT meglio conosciuto come GIACA! Più nello specifico alcuni lo chiamano il frutto dell’albero del pane, perché nelle popolazioni tribali viene ancora oggi impiegato come piatto principale grazie al suo elevato contenuto di vitamine e di sali minerali preziosi. La cosa più strana è che questo frutto può raggiungere delle proporzioni immense e arrivare a pesare anche centinaia di chili. Ha un sapore amabile e dolciastro che gli conferisce un’alta versatilità in cucina.

Jackfruit
Ma come si usa il Jackfruit?

Sia la polpa che i semi sono commestibili e mentre la polpa può essere consumata fresca oppure cotta bollita per fare preparati, i semi devono essere invece cotti.
Ma torniamo al nostro hamburger.
Il Jackfruit può essere impiegato per preparare delle golose polpette o delle vere e proprie hamburger, in modo tendenzialmente vegetariano utilizzando anche la farina di ceci e spezie aromatiche e erbe fresche a piacimento. Il tutto poi si può cuocere a vapore o in padella. Ma ricordiamoci sempre di adoperare poco olio ed extravergine d’oliva e se possibile a crudo!

 

Insomma non si finisce mai di imparare e sembra che in cucina questa sia la regola!

Pin It on Pinterest