Seleziona una pagina
Alimentazione e sport: peggio del lunedì c’è un lunedì dopo un lungo weekend tra mare, montagna o gite in città.

 

Un lunedì in cui purtroppo giornali e web ci inondano di brutte notizie e ci sentiamo così giù che non vediamo l’ora di uscire da lavoro e tornare a casa. Tutto ciò che vorremmo fare è rifugiarci in magico comfort food o comunque saltare la sessione in palestra o la corsetta serale. (cos’è il comfort food e come sostituirlo con cibi sani lo vedremo insieme mercoledì).

Ma prima di farci buttar giù dal cattivo umore presi dallo sconforto, proviamo a concentrarci su alcune cose essenziali. Può sembrarci strano ma spesso noi esseri umani perdiamo di vista le nostre funzionalità primarie. Così quelle che dovrebbero essere funzioni automatiche del nostro corpo diventano un impegno da gestire.

Esistono pratiche come camminare e correre che dovrebbero far parte del nostro quotidiano ma che -tra macchina e mezzi vari, pigrizia e fretta – abbiamo totalmente perso.



Prima di parlare di queste ultime, ci sono pratiche ben più importanti e vitali che a volte dimentichiamo e alle quali dobbiamo riserbare una particolare attenzione. Una tra queste è la respirazione:
trasportare ossigeno è un’operazione che il nostro organismo fa automaticamente e di cui spesso tende a dimenticarsene fino a portare a degli scompensi.

Siamo soliti pensare che per le cose automatiche non ci sia un modo giusto per farle, le si fanno e basta.

Invece non basta -almeno per quanto riguarda il respiro- bisogna farlo bene, per vivere, muoversi, pensare, per le nostre cellule ma anche per migliorare la forma fisica.

Condizione di primaria importanza durante le attività sportive in cui è necessario ottimizzare al massimo il trasporto dell’ossigeno ai polmoni, muscoli e a tutti i tessuti.

 

Ci capita di leggere un po’ ovunque di corsi e tecniche che aiutano a migliorare la respirazione o che cercano di insegnarci a farlo nel migliore dei modi. Sicuramente alcuni di questi potrebbero essere validi e di aiuto.

ossigeno

Intanto noi ci siamo fatti ispirare da un libro che vi consigliamo (Oxygen dello studioso Patrick McKeown) e dal quale abbiamo appreso due principi fondamentali:

 

  • ricordarsi di respirare, non andare in apnea;
  • rendere la respirazione un esercizio per migliorare molteplici altre funzionalità, tra cui ossigenazione, movimento e concentrazione;
  • un’errata quantità di ossigeno, sia maggiore che minore, può recare danni importanti ai nostri tessuti e al nostro organismo;
  • respirare con il naso per filtrare germi e batteri

Questi sono solo alcuni dei principi fondamentali che possiamo seguire per respirare e vivere meglio e anche
(vi lasciamo con un’anticipazione)
aiutarci a gestire la perdita di peso e un metabolismo migliore durante il nostro percorso alimentare.

Pin It on Pinterest