Seleziona una pagina

Da 21 anni è uno dei riconoscimenti più prestigiosi a livello nazionale. Sotto i riflettori di Capitani dell’Anno sono passati i grandi nomi dell’imprenditoria italiana, da Barilla a Cairo, mettendo sempre in luce uomini e donne che hanno lottato per la loro azienda e che l’hanno difesa dalla crisi degli ultimi anni, conquistando anzi quote importanti in un mercato quantomai globale e concorrenziale. Ma Capitani dell’Anno è soprattutto, un messaggio di ottimismo e un incentivo per l’Italia del ‘fare’, rivolto anche alle giovani realtà. La prima edizione dedicata al mondo del Food & Benessere (Parma, Aula Magna dell’Università, 7 e 8 ottobre) ha infatti premiato DocFaber, una delle realtà più innovative nel campo della corretta alimentazione. A ritirare il premio sarà il dottor Fabrizio Malipiero, il diet coach bolognese che sta spopolando sul web con il suo sito www.docfaber.com e l’APP collegata e disponibile gratuitamente, ma il riconoscimento andrà anche al team riminese (Andrea e Michele Pari) che ha studiato per mesi la messa a punto del magico algoritmo che aiuta gli italiani, con un semplicissimo percorso quotidiano, a rimanere in linea e vivere in salute.

premio-capitani-dell'anno

Tra realtà importanti del mondo dell’Agroalimentare (a Parma saranno presenti nomi importanti del settore, a cominciare da Mutti passando per l’alta qualità del pastificio Fabbri o del frantoio Muraglia) la Giuria ha scelto DocFaber come migliore esempio di “allenatore” al cibo e alla buona tavola e per l’ottimo lavoro svolto nella messa a punto di piani alimentari mirati per sportivi, nonché nella ricerca per controllare allergie ed intolleranze alimentari, diabete ed ipertensione. “Un tutor ideale – si legge nella motivazione – per la perdita di peso e massa grassa, regalando agli italiani benessere e bellezza”.

 

Registrati gratis

Pin It on Pinterest