Seleziona una pagina

Tecnologia e salute in primo piano

tecnologia e salute

Strumenti digitali per il benessere: uno studio pilota per valutarne l’efficacia

Sempre più in primo piano la relazione tra tecnologia e salute e in particolar modo gli strumenti digitali per il benessere.
E nell’Università di Bologna è stata svolta una tesi di laurea su docFaber attraverso uno studio pilota per valutarne l’efficacia.

Tesi di laurea sulla tecnologia docFaber

Tra le 97 000 app sulla “Mobile Health“, la tecnologia docFaber è stata studiata nella tesi di laurea di Chiara Faruolo, con il Relatore Marco Malaguti e Correlatore il Dottor Fabrizio Malipiero, supervisore scientifico di docFaber.
Nell’elaborato e nella ricerca è stato dimostrato che con un costante utilizzo di docFaber la salute e il benessere della persona ha avuto miglioramento.
Inoltre come ulteriore obiettivo è stata dimostrata l’identificazione dei punti deboli nella routine alimentare e il cambiamento di comportamento.

Riportiamo di seguito dati del questionario e conclusione.

Studio pilota sull’applicazione nutrizionale docFaber, attraverso un questionario online, per quanto riguarda:

  • BMI (Body Mass Index)
  • stile alimentare
  • qualità della vita percepita

 

I risultati ottenuti possono essere riassunti come di seguito:

  • per più della metà dei soggetti esaminati può essere considerato raggiunto l’obiettivo di miglioramento o mantenimento del BMI;
  • per quanto riguarda l’aderenza alla dieta mediterranea, più della metà dei soggetti si sono avvicinati o comunque non si sono allontanati da questo modello dietetico;
  • anche lo stato di benessere e la qualità della vita percepita sono aumentati in più della metà dei partecipanti allo studio.
  • Inoltre, nella metà dei soggetti la variazione del benessere percepito è andata di pari passo con la variazione delle abitudini alimentari.
Interazioni con l’app

[…] è stato accertato che i soggetti che hanno ottenuto benefici significativi in termini di peso, benessere e soprattutto di aderenza alla dieta mediterranea,
sono coloro che effettivamente hanno utilizzato l’applicazione con più frequenza durante i tre mesi di durata dello studio.
Invece, i soggetti per i quali è stato riscontrato un peggioramento delle condizioni iniziali sono risultati essere gli utenti meno attivi sull’app.”

Un’ulteriore dimostrazione

“L’indagine effettuata dimostra come la motivazione personale sia un aspetto fondamentale e imprescindibile affinché si verifichi un cambiamento dello stile di vita in positivo.
Inoltre, gli strumenti digitali a supporto della salute e del benessere, come docFaber, sembrano poter sostenere questo miglioramento laddove ci sia la giusta motivazione.
Il prossimo step di questo progetto sarà sicuramente quello di continuare a somministrare il questionario ad un numero maggiore di utenti, e a più intervalli temporali, per verificare i benefici ottenibili grazie ad un utilizzo costante e prolungato dell’app.
Dallo studio effettuato si può, infatti, concludere che solo un utilizzo di questo genere, incentivato da una forte motivazione, può apportare concreti benefici in termini di salute e benessere.
Pertanto, il primo obiettivo sarà quello di stimolare negli utenti un utilizzo sempre più costante dell’app.”