Seleziona una pagina

Cucumis sativus – Famiglia: Cucurbitacee

cetriolo

La pianta

Si tratta di una pianta erbacea con fusto sdraiato e peloso, foglie cuoriformi e ruvide e frutti oblunghi il cui colore varia dal bianco al verde scuro per divenire giallo nel frutto maturo.

Il cetriolo è originario dell’India, ma è largamente coltivato in tutta Italia e in Europa Meridionale per la produzione dei suoi frutti, coltivati e mangiati come verdura.

Curiosità

Nei dialetti lombardi e piemontesi, il cetriolo viene simpaticamente chiamato cocomero.

Tra le diverse varietà dell’ortaggio, ve n’è una ibrida che vede l’incrocio tra cetriolo e melone, tipico della regione della Puglia, è chiamato Carosello Barese o anche, in dialetto, Cocomero.

Proprietà


COSA CONTIENE
  • acqua al 96%
  • protidi
  • lipidi
  • fibre
  • potassio
  • calcio
  • fosforo
  • sodio
  • ferro
  • vitamina C
  • tiamina
  • riboflavina
  • zolfo
UTILE PER  
  • depurare
  • aiutare i reni
  • il fegato
  • il pancreas
  • rinfrescare
  • diuresi
  • artrite
  • nutrire la pelle
  • schiarire le macchie epiteliali
  • depurare i pori
  • lenire le scottature
COME UTILIZZARLO

A differenza di moltissimi ortaggi, il cetriolo viene principalmente consumato crudo, a fettine per completare delle fresche insalate e panini ma anche intero come snack pomeridiano (molto rigenerante soprattutto nella stagione estiva).
Di solito viene consumato senza buccia ma se proveniente da coltura domestica o agricoltura biologica se ne consiglia il consumo intatto in quanto è proprio la buccia a contenere il maggior apporto di vitamine, fibre e sali minerali che abbiamo elencato.

Inoltre per assicurare il maggior assorbimento delle sostanze nutritive e mantenerle inalterate è assolutamente sconsigliata la cottura.

Principalmente conosciuto come uno degli ingredienti principali dell’insalata greca, e di tutte le sue varianti, è ormai diventato un ortaggio molto versatile. Si può aromatizzare l’acqua lasciandone qualche fettina in una brocca o direttamente nel bicchiere oppure si può frullare per creare una nutriente e gustosa centrifuga o anche si possono creare delle leggere tartine utilizzando le fettine di cetriolo come base al posto del pane, con su del salmone e del formaggio light.

Pin It on Pinterest