Seleziona una pagina

Daucus carota – Famiglia: Ombrellifere

carota
 

La parola Carota ha origina dall’antica lingua greca -karoton- e successivamente divenuta nella lingua latina direttamente -carota- tuttavia la derivazione del suo significato risulta ancora ignota. Però un detto in merito è certo, PIANTAR CAROTE nel senso di “dare ad intendere cose non vere”; similitudine che deriva dall’immagine della bugia che si è sempre affibbiata alle carote (per motivi del tutto ignoti).

La pianta

Si tratta di una pianta erbacea, che arriva a raggiungere anche i 100 cm. Ha il fusto di colore verde ed eretto da cui partono rami e foglie verdi e gialle. E i fiori composti sono piccoli, hanno cinque petali e alternano i colori dal bianco al violetto.

Oltre ad essere coltivata, la carota cresce anche allo stato spontaneo nelle zone aperte e soleggiate dal mare alla montagna, negli stati dell’Europa Meridionale, Africa Settentrionale e Asia.

Curiosità

È uno dei vegetali più importanti per l’uomo ed è conosciuta e consumata da almeno duemila anni.

Perché la carota piace così tanto ai cavalli?

In realtà noi pensiamo alla carota come un premio che diamo al cavallo per viziarlo un po’, dimenticandoci che sono dei mammiferi di grande dimensione e alta attività e che hanno realmente bisogno di mangiare qualcosa che sia ricco di vitamine, proteine e zuccheri buoni.

Proprietà


COSA CONTIENE
  • Lipidi
  • Fibre
  • Proteine
  • Vitamina A
  • Vitamina C
  • Sodio
  • Potassio
  • Ferro
  • Fosforo
  • Calcio
  • Zinco
  • Magnesio
  • Rame
  • Zolfo
  • Tiamina
UTILI  
  • la vista
  • la protezione della pelle dai raggi solari
  • dermatiti di piccola entità
  • anemia
  • rachitismo
  • abbassamento difese immunitarie
  • invecchiamento
  • infiammazione stomaco ed intestino
COME UTILIZZARLA
  • cruda;
  • cotta;
  • sotto forma di succo e centrifuga.

 

Pin It on Pinterest